KAMINA TEATRO
via Maitani 3,05018 Orvieto (TR) Italy
C.F.90014010558
kaminateatro@gmail.com

© Copyright Associazione Culturale KAMINA 2019 - All rights reserved. 
 

Balaam e 'Asina

Sacra Rappresentazione contemporanea tratta dal libro dei Numeri

Messa in Scena: Andrea Brugnera

Supervisione Culturale e Artistica: John Skillen

Personaggi e Interpreti (in ordine di apparizione)

Lorenzo Bartoli

Emilio Berrocal

Valentina Bruscoli

Massimo Raimondi

Giuseppe Gandini

Andrea Brugnera

Walter Bristot

Coro dei profeti

Giuseppe Gandini, Ruggero Trequattrini, Alessandro Bedini,Walter Bristoto, Massimo Raimondi, Roberto Tafani, Alfio Capoccia

Coro del popolo eletto

Ivano Pimponi, Ruggero Trequattrini, Alfio Capoccia, Roberto Tafani, Angelo Lisei, I membri del Comitato di S.Giovenale e del Coro del Duomo di Orvieto

Coro delle cortigiane

Emma Messina, Natsuko Tomi

Coro dei cherubini

Amane Ada Brugnera, Charlotte Catuogno, Emilia Gandini,

Claudia Coato, Sabrina Coato

Supervisione Drammaturgica: John Skillen

Progetto Grafico: Matthew Doll

Direzione del coro: Stefano Benini

Interventi Musicale: Francesco Ciccone

Movimento di Scena: Francesca Ragno

Direzione di Scena: Fabrizio Colloredo

Foto: Ambra Laurenzi

Verso la fine del Libro dei Numeri, nella Bibbia, è narrata la vicenda di Balaam, l’anti-Profeta che nell’intento di maledire il Popolo Eletto è illuminato da Dio per mezzo di un’asina parlante. Abbiamo scelto questa storia – che in Umbria ha riferimenti coi bassorilievi sulla facciata del Duomo di Orvieto e alcuni passaggi jacoponici (Lauda LXVIII) – basandoci su un’antico Mistero Inglese del Ciclo di Chester. A partire dal Sec. XII, la Sacra Rappresentazione comica, in Europa acquistò immediata fortuna anche per la presenza, all’interno delle Scritture, di episodi che si prestano a interpretazioni umoristiche: in questo infatti, l’Asina di Balaam rappresenta la purezza dei Semplici, divenendo figura popolaresca e interlocutoria con il Divino. La Produzione nasce ancora una volta dalla Collaborazione fra l’Associazione KAMINA e lo STUDIO D’ARTE FEDE E STORIA diretto da John Skillen, cui si aggiungono gli Amici del Comitato e la Parrocchia di San Giovenale che si sono fatti parte e forza integrante del Progetto. Scopo del medesimo è il recupero della Sacra Rappresentazione in un Luogo che da sempre ne è stato custodia e fulcro: la Chiesa di San Giovenale a Orvieto e il Quartiere che con Essa costituisce il Cuore Spirituale nonché Artistico e Storico della Città. L’Ensemble recitante è composto da Attori Professionisti, Allievi del Laboratorio Teatrale, Figuranti e Abitanti del Quartiere che costituiscono i vari Cori a commento della Rappresentazione. L’Evento è accompagnato da Musiche Strumentali e Laudi Polifoniche dirette dal Maestro Stefano Benini.